Anmvi
E.V. srl

DOCUMENTI E NOTIZIE


11/09/2013
UE CHIEDE RESTITUZIONE FONDI DESTINATI ALLA CONDIZIONALITA'

La Commissione europea ha chiesto la restituzione di fondi della politica agricola dell'UE spesi in maniera indebita da 15 Stati membri fra cui l'Italia. I fondi così recuperati finiranno nel bilancio dell'Unione per inosservanza delle norme UE o inadempienze nelle procedure di controllo della spesa agricola. Cattiva gestione dei fondi europei. Lo scorso 13 agosto, nel contesto della procedura di liquidazione dei conti, la Commissione ha richiamato a sè circa 180milioni di euro ( oltre all'Italia sono chiamati a restituire fondi anche Lettonia, Lussemburgo, Polonia, Slovenia, Spagna, Regno Unito e Ungheria). Per quanto riguarda l'Italia, i settori e i motivi delle rettifiche, con i rispettivi importi, sono i seguenti: - carenze ricorrenti nei controlli amministrativi, contabili e fisici e per lacune nell'applicazione delle sanzioni nel regime di trasformazione di agrumi in Sicilia ein Calabria - pagamenti tardivi nel regime delle scorte private di formaggi - condizionalità — (Rimborso a causa di rettifiche sovrapposte non considerate nella decisione 40).Già avvenuto il rimborso di 0,076 milioni di euro. Fra le spese sostenute dagli organismi pagatori riconosciuti dall'Italia ed esclusi dal finanziamento dell'Unione europea "in quanto non conformi alle norme dell'Unione europea", Bruxelles elenca: -controllo inadeguato di vari CGO, applicazione erronea di correzioni per agricoltori senza animali - mancanza di controlli incrociati con la banca dati degli animali -ritardi nei controlli in loco Le inadempienze, in alcuni casi reiterate, coprono un arco temporale che va dal 2006 al 2001.

HOME
LA SOCIETA'
STATUTO
MANIFESTO DI FONDAZIONE
SEGRETERIA ISCRIZIONI
VETERINARY & FOOD
ARCHIVIO BIBLIOGRAFICO
LINKS
AREA
CITTADINI
Notizie
AREA
VETERINARIA
Sicurezza Alimentare
Normativa
Notizie